Uno dei luoghi più frequentati dai Valdarnesi nei periodi estivi è Vallombrosa, la stazione climatica a 1000 metri di altitudine dove in estate è possibile trascorrere il fine settimana al fresco. Oltre ad offrire riposo nel suo pratone è possibile visitare alcuni edifici di interesse architettonico e culturale ed è possibile incamminarsi per uno dei tanti sentieri che partono da questa località.

Il nome Vallombrosa, probabilmente dato per la sua posizione in ombra,  ha una origine abbastanza recente. Infatti prima era nota sotto vari nomi: “Acquabella”, per la bontà delle acque sorgive e dei fossi che impreziosivano questo territorio o “Cerretaia”, per la presenza di boschi di cerro.

Cosa vedere a Vallombrosa

 

Arboreto di Vallombrosa

Famoso in tutta Italia, l’arboreto sperimentale di Vallombrosa occupa un’area di quasi 10 ettari e contiene 3000 esemplari di oltre 1300 specie di piante diverse, la più importante collezione italiana. All’interno dell’arboreto è possibile fare delle visite guidate, per maggiori informazioni occorre contattare il centro visite di Vallombrosa.

 

Abbazia di Vallombrosa

L’abbazia di Vallombrosa, l’edificio più importante del luogo, fu fondata nel XI secolo per volere di San Giovanni Gualberto, fondatore della Congregazione dei Monaci Vallombrosani e patrono del Corpo Forestale dello Stato. L’immensa abbazia è circondata da imponenti mura e da una torre di avvistamento del 400.

 

Museo di Arte Sacra dell’abbazia di Vallombrosa

All’interno dell’Abbazia di Vallombrosa si trova anche un piccolo museo di arte sacra che contiene diversi reperti storici e manoscritti oltre ad una particolare pala del Ghirlandaio.

 

Farmacia dell’Abbazia di Vallombrosa

Nella facciata della struttura dell’abbazia si trova anche una piccola farmacia, che offre numerosi prodotti naturali per la salute ma anche ottimi liquori e mieli.

 

Il pratone

 Il pratone è la prima cosa che si nota quando si arriva a Vallombrosa. Consiste di un grande prato verde all’interno della foresta di abeti. In estate è la meta preferita da molti cittadini del Valdarno superiore e di Firenze per picnic e per svago per scappare dalle alte temperature nella valle dell’Arno.

 

Centro visite di Vallombrosa

Il centro visite di Vallombrosa è un ottimo punto di partenza per scoprire la flora della zona e il lavoro dell’uomo nel bosco in questa area all’interno del comune di Reggello. Il centro visite vallombrosano offre ai visitatori gratuitamente delle audio guide che, con un percorso della durata di 90 minuti  raccontano la storia e la natura di Vallombrosa.

All’interno si trova anche un museo Dendrologico che contiene tutti i tipi di semi delle piante esistenti nella zona.

 

Orto botanico di Vallombrosa

Oltre all’arboreto sperimentale a Vallombrosa si trova anche un piccolo giardino (orto) botanico di specie locali che contiene circa 250 specie di piante differenti provenienti dalla Riserva di Vallombrosa stessa. L’orto botanico è sempre aperto al pubblico ed è consigliabile visitarlo in primavera quando tutte le piante sono provviste di foglie e/o fiori.

 

Cosa fare a Vallombrosa

 

Camminata nel circuito delle cappelle

Per gli appassionati di cappelle, tabernacoli e camminate, Vallombrosa offre un percorso di quasi 5 km nel verde intorno all’Abbazia dove è possibile visitare varie cappelle e tabernacoli legati alla vita di San Giovanni Gualberto. Il percorso, chiamato Circuito delle Cappelle, è adeguatamente segnalato da cartelli e facilmente percorribile a piedi.

Qui sotto potete trovare la mappa con le indicazioni per cosa visitare a Vallombrosa.